March 30

Morire per la Verità II: Luis Medina

en flag
da flag
nl flag
zh flag
fr flag
de flag
it flag
ja flag
ko flag
pl flag
pt flag
ru flag
es flag
sv flag
tr flag
Listen to Article
Voiced by Amazon Polly

Saluti Mondo.

Oggi parleremo dell'omicidio del giornalista Luis Manuel Medina. Le informazioni a nostra disposizione sul caso di cui discuteremo oggi, sono limitate. E' stato difficile trovare fonti che tenessero il passo con l'indagine, o la mancanza di lì. Dal momento che non si può sapere se Luis Medina è stato assassinato a causa del lavoro che ha fatto esponendo la criminalità organizzata nella sua zona o no, volevamo riconoscerlo nella nostra serie di informatori morti comunque. Forse coloro che conoscono bene le persone e le organizzazioni specifiche da lui esposte saranno in grado di portare anche di più alla luce.

Il 14 febbraio 2017, 47 anni, giornalista ed emittente, Luis Manuel Medina della Repubblica Dominicana, è stato ucciso. Mentre trasmetteva un video in diretta via Facebook presso lo studio 103.5 dell'HICC, a San Pedro de Macorís, Medina è stata girata più volte, insieme al direttore della stazione, Leónidas Evangelista Martínez (60), che è morto anche sulla scena. La loro segretaria Dayana García de Hernández, (33), sopravvissuto a essere sparato alla testa e allo stomaco.

Medina era membro del Círulo de Locutores Dominicanos (CLD), direttore della stazione radio, produttore del programma Milenio Caliente, presidente dell'Associazione dei laureati della Universidad Central del Este e anche l'annunciatore ufficiale per la squadra di baseball Estrellas Orientales. Era molto popolare per discutere questioni tra cui la corruzione all'interno delle forze dell'ordine, della politica e delle imprese AKA: criminalità organizzata o mafia.

Il giornalismo indipendente è stato oggetto di agitazione per i politici e molti hanno ricevuto minacce dalla criminalità organizzata. Molestie, attacchi fisici e persino minacce di morte sono comuni per coloro che parlano contro la criminalità e la politica. Diversi scontri a fuoco nel settore Miramar di San Pedro de Macorís si sono verificati in quel periodo.

Alcune storie affermano che l'uomo armato è stato identificato dai filmati delle telecamere a circuito chiuso come José Rodríguez, 59 anni, e si credeva che avesse ucciso Martinez e Medina. Altri rapporti affermano che due individui sono entrati nello studio. Altri rapporti affermano che tre uomini sono stati arrestati, ma non accusati. Media locali in seguito riferito che l'uomo armato sembrava aver agito da solo, entrando nella stazione radio, che si trova all'interno di un centro commerciale, e aprire il fuoco senza preavviso. Colpi e grida possono essere ascoltati sul feed dal vivo, che è stato tagliato quando Medina si alzò per vedere cosa stava succedendo, poco prima della sua morte.

La polizia ha detto di credere che la sparatoria sia stata una vendetta personale, e non un attacco al giornalismo. Quando si è verificato l'evento, molti media e giornalisti hanno riferito la loro preoccupazione che il caso non sarebbe stato indagato, ma piuttosto coperto dalla polizia come è accaduto molte volte prima. La polizia ha descritto il loro sospettato, Jose Rodriguez, come un violento tossicodipendente che era stato espulso dagli Stati Uniti... sostiene che la sua famiglia l'abbia negato. E' morto in circostanze poco chiare. Rodriguez si è suicidato, secondo la polizia, che lo inseguiva, dopo aver sospettato di averlo ucciso i due giornalisti.

Tuttavia, i testimoni dicono che Rodriguez è stato ucciso durante una sparatoria con la polizia, durata diversi minuti, vicino alla caserma dei pompieri della città. Non sono state fornite informazioni sul numero di ferite da proiettile che Rodríguez aveva subito. Anche se tutti coloro che lo conoscevano riferivano di essere un uomo gentile ed educato, la famiglia di Rodríguez in seguito affermò di essere andato dietro Medina e Martínez a causa del loro coinvolgimento in un piano terra presumibilmente fraudolento, con conseguente perdita di denaro per Rodríguez.

Main Stream Media Outlet, Hoy Digital sostiene che misteriose fonti di polizia hanno detto loro che il figlio di Martinez, Leonidas Antonio Evangelista Pijuán, avrebbe ottenuto la proprietà della terra Rodriguez dopo averlo acquistato dal CEA. Quando Rodriguez apprese che i Martinez sarebbero diventati proprietari della terra era sconvolto e chiese che Leo Martinez restituisse il denaro che Rodriguez aveva investito nella proprietà. Hoy Digital sostiene anche che Garcia, essendo stato sparato più volte, ha ripreso conoscenza momentaneamente ed è stato in grado di identificare il tiratore come Rodriguez, prima che svenisse di nuovo.

* Nota: queste affermazioni non possono essere verificate da nessun' altra fonte, che siamo stati in grado di trovare. Il tempismo Hoy Digitals eventi ha avuto luogo non sembrano adattarsi a qualsiasi altro rapporto da qualsiasi altro sito di notizie.

10 dei 17 giornalisti assassinati nel 2016 in America Latina hanno lavorato per le stazioni radio, ha detto Reporters Senza Frontiere il 13 febbraio 2017 nella Giornata Mondiale della Radio, il giorno prima che Medina e Martinez venissero uccisi. In due di questi casi, sono stati attaccati in diretta. Nel 2016, più di 200 persone sono morte per mano della polizia in omicidi extragiudiziali, secondo la Commissione Nazionale dei Diritti Umani. Di più qui.

Fausto Rosario, l'editore dell'Acento, ha detto al Guardiano:

“L'omicidio extragiudiziale dei sospetti è molto comune qui. E quando questo accade, le indagini sono chiuse.”

E' cosi' che va... proprio come questo. Dopo che la polizia è stata in grado di scegliere e uccidere un sospettato facile. Sappiamo come funziona questo mondo ormai. Sappiamo che la polizia e' sempre coinvolta nel nascondere i colpi della mafia. Sappiamo che la mafia gestisce tutto. Sappiamo che Luis Medina ha parlato apertamente e onestamente della criminalità organizzata nel suo paese, e di più, ed era anche ben noto che aveva molti nemici in politica e in altri rami della mafia. I suoi due figli ora sono orfani, lasciati alla mercé del sistema che probabilmente ha ucciso suo padre.

Sembra che non ci siano indagini su Medina, ma solo sulla disputa della terra Martinez/Rodriguez. Con i media si concentrano esclusivamente su Martinez, e nessuno interroga gli altri sospetti, o indagando ulteriormente il caso, Poiché più di una persona è stata uccisa durante questo, entrambe le parti dovrebbero essere indagate senza pregiudizio, o non c'è giustizia legale in essere fatto.

Medina potrebbe essere solo un altro combattente per la libertà che muore per la verità.

Un altro essere umano massacrato senza un rumore.

Altri documenti:

Scarica [67.38 KB]

Rapporto UNESCO.


Tags: , ,
Copyright 2015. All rights reserved. See more at http://saianarchy.com

Posted 30/03/2019 by admin in category "Politics

Leave a Reply

Your email address will not be published.